Info Gallery

Indice

ASFOR Award 2017 Best Under 40 Italian Professors 
Conferimento ASFOR Award in memoria di Gianluca Spina 
con il sostegno della Associazione Gianluca Spina
 
La XV Giornata della Formazione Manageriale è stata valida occasione per conferire l’Award Best Under 40 italian Professors, premio che ASFOR ha istituito quest’anno per riconoscere una carriera internazionale nella ricerca e nella management education, in costante collegamento con la cultura italiana e con il DNA unico che contraddistingue il nostro Paese. 

Al fine di onorare la memoria di Gianluca Spina, il compianto dean del MIP e in accordo con l’Associazione Gianluca Spina, ASFOR ha deciso di istituire un nuovo riconoscimento: ASFOR Award 2017 Best Under 40 italian Professors, rivolto a individuare un giovane docente italiano di management under 40, che si sia distinto per una brillante carriera accademica internazionale e per l’ottenimento di significativi risultati nella ricerca scientifica.
La prima edizione del Premio vede l’assegnazione a Francesca Gino, professor of business administration in the negotiation, organizations & markets unit presso Harvard Business School, la quale, pur operando stabilmente negli USA, ha mantenuto solidi legami anche con il nostro Paese, portando la nostra cultura e il nostro DNA nella ricerca manageriale internazionale.

DSC06301

La vincitrice dell’ASFOR Award 2017 Best Under 40 italian Professors è Francesca Gino. Una carriera iniziata nel 2004 con un PhD in Economics and Management alla Sant’Anna School of Advanced Studies di Pisa, sviluppatasi poi in ambito internazionale e dal 2010 presso Harvard Business School. La docente, nella sua giovane ma ricca esperienza accademica, ben rappresenta le peculiarità e lo spirito del Premio conferitole da ASFOR. Una grande capacità di sviluppo di cultura e ricerca manageriale in un contesto internazionale l’ha portata a essere un riferimento sui temi: Negotiation, Organizations & Markets Unit (.. applying behavioral economics to organizational problems… ). Importanti i riconoscimenti già ottenuti: 2013 Cummings Scholarly Achievement Award, from the Academy of Management Organizational Behavior Division; HBS Faculty Award by Harvard Business School’s MBA Class of 2015; by Poets & Quants to be among their "40 under 40", a listing of the world's best business school professors under the age of 40. Tra le numerose pubblicazioni e articoli va citato il libro “Sidetracked: Why Our Decisions Get Derailed and How We Can Stick to the Plan” tradotto in 8 lingue e, recentemente, lo speciale pubblicato da Harvard Business Review Italia (Marzo 2017) su “Talento ribelle: Lasciate che i vostri dipendenti si ribellino”, che ben evidenziano i suoi studi sul “non conformismo costruttivo”.

YouTubeiconAssegnazione premio a Francesca Gino

Nell’assegnare questo primo Award, ASFOR riscontra nella carriera di Francesca Gino entrambi i valori che intende sostenere: una grande capacità di sviluppo di cultura e ricerca manageriale in un contesto internazionale, strettamente collegata alla valorizzazione dell’essere italiana, portatrice quindi di una cultura che si collega e si integra con efficacia con i migliori ambiti di ricerca mondiale. In un filmato, Francesca Gino, ha lanciato due messaggi che le stanno particolarmente a cuore rivolti ai giovani: il sapere coltivare un giusto spirito di ribellione e quello di voler mantenere sempre la propria curiosità innata.

 

Giovani e Futuro: trend e sfide nell’era della DigitalGlobalization
Remo Lucchi, ricercatore e fondatore Eumetra-Monterosa research

 

IMG 20170615 102208

Il contributo fornisce considerazioni sulle prospettive professionali delle nuove generazioni, tenendo conto dei grandi cambiamenti avvenuti: individui più colti e critici, mercati caratterizzati dalla globalizzazione, gestione di breve periodo delle grandi imprese, grande sviluppo tecnologia digitale, il tutto accompagnato da crisi strisciante. Per affrontare le conseguenze nel mondo del lavoro, si sviluppano tre aree di analisi: la cultura da cui veniamo (politico, sociale, organizzativa), i cambiamenti intervenuti, e le prospettive professionali.

Il contesto appare piuttosto complesso e, anche se i vincoli prodotti da una particolare gestione politica del Paese non paiono ottimali, si intravvedono comunque le premesse di un futuro interessante, in quanto i nuovi protagonisti (nuove generazioni) stanno portando una cultura differente nell’approccio al lavoro, e nella gestione organizzativa delle imprese. Il che si riscontra, sia per quanto riguarda il lavoro dipendente – nell’auspicio che le logiche organizzative dell’impresa abbandonino le vecchie impostazioni tayloristiche verticali e diventino più orizzontali e coinvolgenti gli individui –, sia per quanto riguarda le nuove attività indipendenti (start-up).

Quest’ultime (start-up) hanno - nella storia - sempre sofferto del problema finanziario: spesso geniali, ma con pochi soldi e con grande difficoltà ad accedere alle risorse.
Ma il futuro riserva loro grandissime opportunità: lo sviluppo tecnologico offrirà in tempi molto brevi grandissima potenzialità produttiva - stampanti 3D, internet delle cose, …- a costi decisamente abbordabili. Con grandissima probabilità non ci saranno quindi più blocchi determinati da problemi finanziari. Non solo, ma la nuova cultura sociale che si sta innestando – che vede un forte sviluppo della “relazionalità” e collaboratività - e la tendenza alla condivisione e allo sharing, favorirà lo sviluppo di ecosistemi produttivi complementari (formicai imprenditoriali). Ne conseguirà una forte democratizzazione dell’economia globale, con drastiche riduzioni delle disparità.

YouTubeiconIntervento Remo Lucchi


ASFOR utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" inclusi quelli a fini pubblicitari. Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Scopri l'informativa e come negare il consenso.

Non hai un account? Contattaci subito!

Accedi con le tue credenziali